L’ospedale di Udine, per primo a livello nazionale, sta trattando i pazienti affetti da Coronavirus con l’ozonoterapia.

Nel dipartimento di anestesia e rianimazione del santa Maria della Misericordia, diretto da Amato De Monte, in collaborazione con l’infettivologia diretta dal professor Carlo Tascini, l’ozonoterapia viene utilizzata in fase precoce, prima cioè che il paziente entri in terapia intensiva.

Su 36 pazienti trattati, uno solo ha avuto poi bisogno di essere intubato, gli altri sono stati dimessi. Il protocollo è stato sottoposto al vaglio del Comitato etico ed è stato anche avviato uno studio preliminare comparativo tra pazienti curati con terapia tradizionale e pazienti curati anche con ozonoterapia.